//
//
//
English

Saltimbocca alla Romana

Jump in mouth in Roman way

Una facile e veloce ricetta tipica della cucina Romana.
Resa ancora più gustosa dal fatto che si possono comodamente mangiare senza usare le mani. Infatti questi squisiti bocconcini di vitella salvia e prociutto crudo, rosolati nel burro, una volta nel piatto saltano letteralmente nelle vostre bocche, caratteristica che si associa con quella sana pigrizia che noi Romani abbiamo ereditato dall’antico “otium” (l’ozio) ai tempi dell’impero…

Tot: 1 Avg: 4
//
English

Nè di venere nè di marte, non si sposa nè si parte; nè si dè principio all’arte

Neither on Venus (Friday) nor on Mars (Tuesday), get married, leave for a journey; nor start any artistic activities

E’ un antico proverbio, legato alla superstizione che venere / venerdi’ essendo divinita’ femminile porti ozio e lussuria, mentre marte / martedi’ e’ legato alla guerra quindi e’ meglio non fare altro. In ogni caso puo rappresentare una scusa, nel caso in cui una attività abbia un esito negativo, dando la colpa al giorno in cui e’ iniziata piuttosto che ad un nostro fallimento che porti ad una sana autocritica.

Tot: 1 Avg: 3
//
English

Suora, tua. Chiuso.

Nun, your. Closed.

Modo di dire che ci riporta all’infanzia, quando da ragazzini, per le strade di Roma, si incontrava una suora, era uso comune pronunciare questa espressione, toccare un nostro amico, e incrociare le dita. In sostanza si trattava di un piccolo rito magico che ci proteggeva dalla proverbiale sfortuna portata dalla vista di una suora, e passava questa “zella” (come si dice a Roma) al malcapitato che veniva toccato, il quale a sua volta doveva essere abbastanza veloce da toccare qualcun altro, prima che questo incrociasse le dita, rendendosi immune.
Ecco l’immaginario di chi bambino è cresciuto nella stessa città dove vive il papa…

Qui trovate una dettagliata spiegazione >>

Tot: 1 Avg: 5
//